IUNET
Ricerca
Sedi Consorziate
Statuto e Regolamento
Trasparenza
News
Eventi
Contatti
English version



ARROWHEAD TOOLS: con oltre 80 partner, è il più grande tra i progetti europei di innovazione dei processi di digitalizzazione.

 

Coordinatore: Luleå University of Technology (LTU)

 

Durata: trentanove mesi, dall’01/5/2019 al 30/7/2022

Finanziamento: quota JU e nazionale a favore di IU.NET € 2.066.250

Unità IU.NET coinvolte: Politecnico di Milano, Università di Bologna, Pisa, Modena e Reggio Emilia.

Il Responsabile scientifico interno è il Prof. Tullio Salmon Cinotti.

Oltre a IU.NET fanno parte della cordata italiana, STMicroelectronics, Eurotech, Reply, e il Politecnico di Torino.

 

Descrizione: Il progetto ha l’obiettivo di creare tool che consentano di accedere a nuove tecnologie tramite una piattaforma open source dedicata al progetto, l’ingegnerizzazione, l’integrazione, la validazione, la manutenzione e la gestione di sistemi di sistemi.

In questo progetto le unità di IUNET, in stretta collaborazione con alcuni partner, si occuperanno di tool per: i) sensing autonomo, ii) energy harvesting, iii) edge side vector processing (RISC-V) iv) integrazione di piattaforme eterogenee. Questi tool saranno validati in dimostratori del lato edge di sistemi di sistemi, in ambito smart city (environmental monitoring), industrial (condition monitoring) e smart home (energy, NILM).







AI4DI: Artificial Intelligence for Digitizing Industry. È un progetto ECSEL RIA con 21 partner europei, di cui 4 italiani: STM, IUNET, SCM, DPC Control

 

Coordinatore: Dr. Rainer John (Infineon, Neubiberg – D)

 

Durata: trenta mesi, dall’01/04/2019 al 30/9/2021

Finanziamento: quota JU e nazionale a favore di IU.NET € 718.875

Unità IU.NET coinvolte: Università di Bologna e Politecnico di Milano. Il Responsabile interno del progetto è il Prof. Luca Benini.

 

Descrizione: L'Europa ha una mancanza di proprietà intellettuale nell'integrazione dell'intelligenza artificiale (AI) nelle applicazioni digitali. Ciò è fondamentale poiché l'automazione ha raggiunto livelli saturi e l'intelligenza artificiale nella digitalizzazione è un approccio accettato per l'imminente trasformazione dell'industria europea. Il potenziale dell'IA nell'economia e nella società non è di gran lunga abbastanza sfruttato. I potenziali utenti dell'IA non sono sufficientemente supportati per facilitare l'integrazione dell'IA nelle loro applicazioni. Abilitare prestazioni, industria e umanità da parte dell'IA per digitalizzare l'industria è la chiave per spingere la rivoluzione dell'IA in Europa e entrare nell'era digitale. I servizi esistenti che forniscono soluzioni di machine learning (ML) e intelligenza artificiale all'avanguardia sono attualmente disponibili nel cloud. In questo progetto, miriamo a trasferire l'apprendimento automatico e l'IA dal cloud al limite nella produzione, mobilità e robotica. Per raggiungere questi obiettivi colleghiamo fabbriche, processi e dispositivi all'interno dell'industria digitalizzata utilizzando ML e AI per la collaborazione delle macchine umane, il rilevamento delle modifiche e il rilevamento di anomalie. Quindi, acquisiamo conoscenza utilizzando i dati esistenti e li disponiamo in una rappresentazione processabile o raccogliamo nuovi dati. Usiamo queste conoscenze per cambiare la semantica e il livello logico con un'intelligenza di sistema distribuita per es. controllo qualità, ottimizzazione della produzione. In AI4DI, definiamo un approccio a 7 obiettivi chiave per valutare la pertinenza dei metodi di intelligenza artificiale nel settore digitalizzato. Ogni obiettivo chiave rappresenta contemporaneamente un campo di attività e l'obiettivo corrispondente, dividendo i sistemi in sistemi eterogenei e omogenei e sviluppando una comprensione comune del metodo AI per questi sistemi e per la collaborazione umana con le macchine. Inoltre, studiamo, sviluppiamo e applichiamo strumenti di intelligenza artificiale per il rilevamento delle modifiche e l'intelligenza del sistema distribuito e sviluppiamo moduli hardware e software come dispositivi Internet of Things (IoT) per il rilevamento, l'attivazione e l'elaborazione della connettività.




Reaction


REACTION:“first and euRopEAn siC eigTh Inches pilOt liNe”

Coordinatore: ST Microelectronics Srl

Durata: quarantadue mesi dall'01/11/2018 al 30/04/2022
Finanziamento: quota JU e nazionale a favore di IU.NET € 1.316.000
Unità IUNET coinvolte: Università di Bologna, Padova, Calabria, Pisa, Modena e Reggio Emilia. Il Responsabile scientifico interno è la Prof.ssa Susanna Reggiani.
Descrizione: Il progetto consentirà di ricercare le più ambiziose soluzioni tecnologiche, dai materiali ai macchinari, dispositivi e applicazioni emergenti, per realizzare la prima Linea Pilota, nello scenario mondiale, per la manifattura avanzata di fette in Carburo di Silicio (SiC) da 200mm per applicazioni nell’ambito dell’elettronica di potenza. La nuova linea pilota sarà integrata nei reparti produttivi del sito di Catania con i requisiti di Industria 4.0.



R3-PowerUP: “300mm Pilot Line for Smart Power and Power Discretes”

Coordinatore: ST Microelectronics Srl

Durata: quarantadue mesi dall'01/11/2017 al 31/10/2020
Finanziamento: contributo a favore di IU.NET € 385.000
Unità IUNET coinvolte: Università di Bologna, Padova, Udine e Politecnico di Milano. Il Responsabile scientifico interno è il Prof. Claudio Fiegna.
Descrizione: Continuazione ideale del progetto R2POWER300, R3-Power-UP si propone come obiettivo lo sviluppo di una linea pilota da 300 mm per la fabbricazione di dispositivi “Smart-Power” e discreti di potenza. Sarà perseguita una elevata efficienza energetica, per rispondere agli obiettivi di risparmio e limitazione delle emissioni.




WInSiC4AP


WInSiC4AP: “Wide band gap Innovative SiC for Advanced Power”

Coordinatore: ST Microelectronics Srl

Durata: trentasei mesi dall'01/06/2017 al 31/05/2020
Finanziamento:
quota JU e nazionale a favore di IU.NET € 482.086,80
Unità IUNET coinvolte: Università di Bologna, Padova, Calabria. Il Responsabile scientifico interno è il Prof. Gaudenzio Meneghesso.
Descrizione: Il progetto ha per oggetto lo sviluppo di una piattaforma basata su SiC per lo sviluppo di convertitori di potenza e di inverter ad alta efficienza per applicazioni nell’area dei trasporti, con particolare riferimento alla difesa, l’avionica, i trasporti ferroviari e l’automobile.


CONNECT

CONNECT: “Innovative smart components, modules and appliances for a truly connected, efficient and secure smart grid”

Coordinatore: Infineon Technologies

Durata: trentasei mesi dall'01/04/2017 al 31/03/2020
Finanziamento:
quota JU e nazionale a favore di IU.NET €. 887.900
Unità IUNET coinvolte: Università di Bologna, Padova, Pisa e Ferrara. Il Responsabile scientifico interno è il Prof. Aldo Romani.
Descrizione: Il progetto CONNECT ha per oggetto lo sviluppo della tecnologia richiesta per la operatività di una rete intelligente (smart grid) per la distribuzione e la acquisizione dell’energia elettrica da sorgenti distribuite geograficamente.



R2POWER300







R2POWER300: “Preparation of R2 Extension to 300 mm for BCD Smart Power and Power Dis-crete”

Coordinatore: ST Microelectronics Srl

Durata: trentasei mesi dall'01/07/2015 al 30/06/2018
Finanziamento:
quota JU e nazionale €. 142.000
Unità IUNET coinvolte: Università di Bologna. Il Responsabile scientifico interno è il Prof. Claudio Fiegna.
Descrizione: L’obiettivo è l’estensione a 300 mm di una linea di fabbricazione esistente per la realizzazione di dispositivi “smart power” in tecnologia BCD e di transistori discreti di potenza. Vi partecipano 10 enti industriali e di ricerca.








Site Map